Scegliere la propria identità

di Celeste Picchi

Vite di Confine” è il tentativo di Piero Vereni di proporre uno studio etnografico della difficile situazione identitaria della zona balcanica, dallo splendore di un passato mitologico ai 500 anni di dominazione ottomana, fino alla liberazione dal giogo turco e le complesse spartizioni del territorio a seguito delle guerre mondiali.

Il termine Macedonia rispecchia perfettamente lo stato di confusione e mescolanza delle varie culture in questa porzione di terra senza fissa identità nazionale.

Lo studio si concentra in particolar modo sulla zona di confine della Macedonia greca occidentale, dove a seguito di anni di ricerca è stato possibile ricostruire dietro la facciata di una cultura nazionale uniformante, una miriade di frammenti culturali, ricomposti localmente in personali modalità di identificazione e definizione.

Continua a leggere “Scegliere la propria identità”

Nathaniel Hawthorne: la vita e la prima produzione

Nathaniel Hawthorne nasce a Salem nel 1804. Fu conservatore e anti-abolizionista, eppure vicino alla cerchia dei Trascendentalisti e alla loro rivista, The Dial. Conosciuto soprattutto per l’opera La lettera scarlatta, in cui racconta la quotidianità della vita puritana, la sua produzione letteraria si caratterizza per il tema dell’ambiguità, che trova espressione anche in una letteratura fantastica e soprannaturale.

 

Continua a leggere “Nathaniel Hawthorne: la vita e la prima produzione”